Lisa dice che l’amore…

Lisa dice che l’amore la rende leggera. Che tutto brilla e il cuore canta. Che quando ama non le serve niente. Perché ha già tutto. E allora corre felice con la musica nelle orecchie. Perché si chiude a chiave nel suo mondo e tutto il resto è fuori. A parte la musica. A parte il mare.

Lisa dice che l’amore la solleva da terra. Almeno fino a che non le arriva un colpo di telefono o un sms dal lavoro. Perché lei ha sempre lavorato tanto. Anche se dei soldi non gliene importa molto.

Lisa dice che l’amore, per lei, è tutto. Ecco perché i soldi che guadagna li spende sempre. Oppure li dà alla sorella. Perché possa comprare quel vestito verde che ha visto in vetrina prima dei saldi.

“Dai, prendilo! Che poi la vita passa in fretta…” Lisa lo urla a sua sorella mentre strappa un assegno scolorito. “Lo sai che a me piace vederti felice”, continua Lisa col sorriso colorato. Perché oggi Lisa è più leggera del solito…

Lisa dice che oggi è di nuovo innamorata. E allora corre sull’acqua. La musica nelle orecchie, oggi, suona la ninna nanna della nonna Lea…

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Articoli in Italiano e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

34 risposte a Lisa dice che l’amore…

  1. Stefano Mino ha detto:

    sembra il ritratto di una bipolare… ho avuto una fidanzata così… non un buon esempio per parlare d’amore…

    • Silvia ha detto:

      non direi, l’innamoramento genera queste risposte. Sono anche di origine neuro-fisiologica. C’è un’ondata di dopamina in circolo che ti fa sentire onnipotente, che non fa dormire, che ti fa sentire da dio…

    • Marita ha detto:

      Perche’ un bipolare non puo amare?Non puo provare emozioni? Penso che sia il ritratto di una giovane donna che vuole godersi ogni attimo della sua vita!

      • stefano ha detto:

        no per carità non dico che un bipolare non può amare, dico solo che chi si preoccupa poco di sé e si dedica in modo diretto alla ‘felicità altrui’ mi pare sempre un po’ sospetto. nessuno ti dà niente per niente…

    • laurabonaiuti ha detto:

      Perché dobbiamo etichettare sempre tutto? Questa non è la descrizione di un caso clinico, è un bellissimo ritratto di una persona che ama la vita e che ha molto da insegnare a tutti.

  2. rosenuovomondo ha detto:

    A me piace l’idea che l’amore sia il centro di tutto e ci faccia sentire così bene da non aver bisogno di altro. POi la vita è un’altra cosa…

  3. Gabri ha detto:

    Io praticamente mi innamoro ogni giorno… il mio più grande difetto ma anche la mia più grande virtù…

  4. lavagnaviola ha detto:

    L’amore rende tutto più semplice, leggero..sopportabile. Ma solo quando è sinceramente ricambiato…E questo è raro..

  5. mirca ha detto:

    nOn voglio sminuire questo grande sentimento ma mi ritrovo di più è più nello spirito di di Frammenti di un discorso amoroso (Roland Barthes )
    Ringrazio con sincertà le parole di questo sito.

  6. La viaggiatrice ha detto:

    C’è chi scambia innamoramento per amore. Non sono la stessa cosa. Troppe cose ci sarebbero da dire, ma colcaldo che fa non ne ho voglia. Bisognerebbe scrivere un libro sull’argomento. Le migliaia di tipologie mi scoraggiano. Michela Marzano raccoglierà le vostre testimonianze e forse lo scriverà lei un libro.

  7. clairesugar ha detto:

    Beata lei. Io credo abbia ragione lavagnaviola: l’amore rende tutto più sopportabile.

  8. Sergio Corsi ha detto:

    ” Il cuore ha delle ragioni che la ragione stessa non riesce a comprendere” (B. Pascal).
    In alre parole l’amore può solo essere vissuto, non capito.

    • Melissa ha detto:

      d’accordo:))) il resto lo capiremo a piccoli passi quando inavvertitamente ci agiungeranno intuizioni, risposte inattese, dubbi sciolti…chissà..

  9. patrizia ha detto:

    A me non e’ stata data la possibilita’ di essere amata inoltre sono malata di depressione, sono molto contenta per lisa e le auguro tutto il bene di questo mondo

  10. MRB ha detto:

    Io dico che l’amore è sempre un eccezione e che la vita non si può basare su un eccezione. Dico anche che ci sono mille storie (fra uomini e donne, fra madri e figli , etcc) che sono una mistificazione dell’amore.
    Ho ascoltato la dottoressa Marzano parlare del destino di donna in un video registrato al festival della Filosofia di Modena. Sono temi che mi inchiodano al muro da quando sono nata: 47 anni fa. Riflettendoci sopra mi sono detta che non era possibile che la dottoressa che non è più una ragazzina e che pure insegna filosofia all’università, non avesse capito che la prima terribile nemica di una donna è lei stessa. Ma come può essere che migliaia di anni di storia non abbiano insegnato alle donne ad educare i loro figli (spesso l’educazione dei figli é l’unica cosa di cui si occupano!) a non essere maschilisti e misogini?!
    Le questione è molto probabilmente che le donne non vogliono diventare autonome, perché si tratta di un processo molto doloroso e dagli esisti del tutto incerti. Per diventare autonome bisogna decidere di non avere bisogno di un uomo per vivere: in altre parole smetterla di manipolare e stare sole. Sì, sole, perché il processo di liberazione prevede che si reimpari anche a stare in compagnia delle donne visto che fino ad ora le donne sono state manipolate come gli uomini!! Onestamente penso che le donne della civiltà occidentale stiamo correndo grossi rischi poiché la maggioranza delle società islamiche che ci stanno invadendo sono integraliste e non hanno della donna alcuna considerazione. Trattasi di puro oggetto al servizio degli uomini. Voglio dire che se fino ad ora potevamo passare il nostro tempo senza lavorare facendo shopping con i soldi di altri, potremmo trovarci a dover accudire i vecchi e i figli di tutti pagate a calci in culo! Poi, date queste premesse, se volete dirmi che l’amore (ammesso che lo sappiamo distinguere) possa cambiare il nostro destino io ….dico di no! MRB

    • stefano ha detto:

      che le donne siano le principali nemiche di se stesse lo pensa anche il sottoscritto, che donna non è, e chiunque abbia un po’ di apertura mentale. credo che però questo sia dovuto al fatto che il monopolio della scrittura, e quindi della cultura, è sempre stato in mano agli uomini, dagli scribi in poi. poi se vogliamo pensarla come freud, che diceva che la donna è naturalmente incline a non dare un gran che allo sviluppo della civiltà, liberissimi, ma che almeno gli uomini smettano di pensare che la donna non desidera alcuna forma di realizzazione diversa che mettere al mondo dei figli…

    • mary ha detto:

      allora non hai mai amato .,perchè l’amore cambia anche se soffriamo ,anche se è un amore infelice e impossibile ,ma amare vuol dire cambiamento e se non cambi ,l’amore non ti raggiunge e senza amore la vita non ha sapore ,nè senso.

  11. MRB ha detto:

    scusate eccezione è femminile: un’eccezione

  12. lanvin ha detto:

    quel che più invidio a lei, Michela, ma anche a molti altri, è l’aver superato quel dolore, che non significa trovare la felicità, ma gioire, soffrire, come tutti, cioè vivere…Ci vuole un coraggio, una forza che non ho .. Sono felice comunque per Lisa e per tutti quelli che si trovano ora nella sua stessa situazione..li vedi ogni tanto, felici senza motivo ..sono innamorati..magari il loro amore è appena cominciato, che bello.

  13. stefano ha detto:

    quello che instancabilmente mi chiedo è: ma perché si forma l’amore? e poi di preciso che forma ha?

    • Melissa ha detto:

      ma come chiedersi perchè si forma l’amore? è come tentare di rispondere al perchè siamo qui..già l’idea di esserci è amore..in tutte le sue forme più o meno gioiose, dipende anche dal libero arbitrio..le forme dell’amore a mio avviso le scegliamo noi, in musica, arte, disegno, danza, poesia, tramonto, albra notte buia o di foschia che sia..è il nostro riflesso, è l’unica cosa che ci appartiene solo che ne siamo inconsapevoli..(ahimè il mio primo commento si è perso nell’etere..il senso era diverso da questo che ora ho gettato qui).. :)

  14. Dario Petrolati ha detto:

    il mio commento ho lasciato
    su mia pagina
    prima..
    ciao Michela….♥
    dario.

  15. Stefano Mino ha detto:

    io in fondo penso che l’amore non esista, siamo solo succubi di una forza che io chiamerei omeostasi dell’origine, cioè di un’origine che perpetua se stessa, un’origine che vuole continuare a generare se stessa come una coazione a ripetere, un mistero che vuole perpetuarsi finché non si sarà sciolto

  16. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

  17. Giovanni ha detto:

    L’amore è un graffito che adorna il muro dei villani giorni ….

    http://www.youjotube.com/watch/c_LX0VHb0HA

  18. Giovanni ha detto:

    L’amore è un graffito che adorna il muro dei villani giorni ….

  19. Giovanni ha detto:

    AMORE
    (Graffiti)

    Epitaffio incolume,
    vaga nudando,
    orde di senni
    dall’immutevole.
    E fra mura di giorni,
    villani , mutilanti,
    come un graffite,
    dolce s’adagia
    perpetuando,
    l’attimo,
    d’immensa pace…

  20. stefano ha detto:

    a me viene da pensare che l’amore sia più trovarsi al posto giusto nel momento giusto, che essere qualcosa di particolare per una particolare persona. ci si può innamorare solo quando tutto il proprio passato è messo a nudo, ma non per questo ci si vergogna

    • mary ha detto:

      Credo tu abbia ragione ,innamorarsi è proprio così ,la tua vita precedente in qualche modo finisce …viene messa a nudo dal tempo ,dalle sue intemperie e solo allora sai cosa provi e nel gran caos della tempesta dei sentimenti trovi te stesso e magari incroci lo sguardo di una persona che riesce a vederti….con cui condividi un pezzo di viaggio verso altri porti che la vita ci offre.

  21. lupus.sine.fabula ha detto:

    Che leggerezza in questo post! Lisa che dona senza pensare a sè in un modo così naturale e leggiadro… Sì l’amore è così…
    Ma siamo sicuri che non si pentirà, prima o poi, di non aver pensato un pochino anche a sè?

  22. Gabriella Ziliani ha detto:

    Liza è una ragazza fortunata perchè ha provato l’amore sulla sua pelle………….

  23. Le Ocarine ha detto:

    Nel nostro blog, qualche tempo fa, un uomo raccontava così il suo innamoramento (http://wp.me/p2mfYr-j5). Arduo dire se lo fosse davvero o se avesse bisogno di credersi innamorato, più per sé stesso che non per la donna che credeva di voler amare.
    La domanda è stupida, e retorica. Ma a che serve l’amore?
    Sì, fa star bene, fa essere leggeri, fa vedere tutto sotto un’altra luce. Alcuni dicono sia rivoluzionario, altri dicono sia una droga dei poveri, un placebo a buon mercato così parlano i cinici disillusi.
    Se ne scrive tanto, se ne parla molto. Lo si rispetta sempre poco, perché i sentimenti, l’empatia, la vicinanza, o come è meglio chiamare certi legami, non sono solo parole senza peso alcuno (http://wp.me/p2mfYr-sC).

  24. Melissa ha detto:

    ..l’amore serve a se stesso..l’amore nutre, fa correre, fa cantare, fa sorridere, fa aprire cuore, mente e sensi, l’amore fa arrabbiare, fa straziare, fa notti insonni, fa rabbia, fa sesso, pathos, fa distacco e silenzio..l’Amore Fa e senza citare Fossati..credo la nostra Lisa “stia facendo se stessa” nell’amore..stia reinventando se stessa..verso una strada che neppure lei sa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...